ASd Bridge Bologna

Chi è online

Abbiamo 406 visitatori e nessun utente online

           Tornei in evidenza

Statuto

 

Statuto
 
 
 
Art. n. 1 COSTITUZIONE E SCOPI
 
 
L’Associazione Sportiva dilettantistica Bridge Bologna, acronimo A. S. d. B. B., è costituita per fini sportivi senza scopi di lucro; essa ha come finalità quella di praticare e diffondere il gioco del bridge, organizzare l’attività sportiva e agonistica dilettantistica, compresa l’attività didattica, nonché quella di affinare le qualità tecniche dei giocatori associati e di disciplinarne l’attività agonistica.
 
Per il raggiungimento di tali scopi :
 
A.   Aderisce alla Federazione Italiana Gioco Bridge e s’impegna a farne osservare dai propri componenti lo Statuto, i Regolamenti e le deliberazioni; s’impegna inoltre a conformarsi alle norme e alle direttive del CONI .
B.    Cura il collegamento con le Associazioni similari esistenti sul territorio Provinciale, Regionale e Nazionale;
C.   Porta a conoscenza dei suoi associati le norme che disciplinano il gioco del bridge, secondo le decisioni adottate sul piano nazionale dalla F.I.G.B. e su quelle internazionali dagli Organi competenti e ne cura l’osservanza;
D.   Organizza e dirige le competizioni sportive sia di propria iniziativa, sia per delega della F.I.G.B.; qualora le manifestazioni abbiano carattere provinciale, regionale o nazionale esse dovranno essere preventivamente approvate dalla F.I.G.B.;
E.    Promuove in campo bridgistico ogni attività diretta al raggiungimento dei fini suddetti.
F.    Gestisce servizi ausiliari ed in particolare, se del caso, un servizio bar in favore degli associati .
 
 
 
Essa si dichiara apartitica, apolitica ed aconfessionale .
 
 
 
 
 
 
Art. n. 2 SEDE
 
 
La sede dell’Associazione Sportiva dilettantistica Bridge Bologna    è in via San Donato n. 3, 40057 Quarto Inferiore, Granarolo dell’Emilia, BOLOGNA.
 
 
Art. n. 3 COLORI SOCIALI
 
 
 
I colori sociali sono : bianco, rosso e bleu.
 
 
 
Art. n. 4 SOCI
 
 
I Soci dell’Associazione possono essere:
 
A.   SOCI FONDATORI
B.   SOCI ONORARI
C.   EFFETTIVI
 
Sono Soci FONDATORI coloro che hanno contribuito sia alla costituzione vera e propria dell’Associazione, sia coloro che hanno portato un miglioramento funzionale della stessa entro un anno dall’avvenuta affiliazione alla F.I.G.B, e sempre che abbiano versato anticipato la prescritta quota sociale .
 
Sono Soci ONORARI i Soci che l’assemblea straordinaria ritenga opportuno di eleggere a vita, in riconoscimento di meriti eccezionali. Essi usufruiscono di tutti i diritti dei Soci Fondatori e possono essere esentati dal pagamento delle quote;
 
Sono Soci EFFETTIVI tutti gli altri, ivi compresi i Giocatori AGONISTI.
 
Al fine del tesseramento F.I.G.B. vige la normativa dell’art. 13,5 5° comma lettera b) dello statuto federale.
 
La determinazione dell’ammontare annuo delle quote delle varie categorie di Soci, ovvero delle eventuali forme di rateizzazione delle stesse e di ogni altro tipo di agevolazione, sono di competenza esclusiva del Consiglio Direttivo.
 
 
 
Art. n. 5 PROCEDURE PER L’AMMISSIONE A SOCIO
 
 
Per essere ammessi a Soci, deve essere sottoscritto il relativo modulo predisposto dall’Associazione che rimarrà esposto in bacheca per almeno 15 giorni onde consentire a tutti gli associati di far pervenire al Consiglio il proprio eventuale motivato dissenso.
 
Il Consiglio Direttivo deciderà sull’accettazione della domanda, nella sua prima riunione utile.
 
Dal momento della sottoscrizione del modulo e fino all’accettazione al richiedente è riconosciuta la qualifica di “ASPIRANTE”.
Qualora l’aspirante non abbia provveduto al versamento contestuale della quota, sarà tenuto ad effettuarlo non oltre cinque giorni dalla data di comunicazione –anche verbale – dell’avvenuto accoglimento, da parte del Segretario dell’Associazione.
 
Il rigetto della domanda comporta la restituzione della quota, se preventivamente versata.
 
 
 
Art. n. 6 DIRITTI ED OBBLIGHI DEI SOCI
 
 
Tutti i Soci hanno diritto di partecipare, secondo le modalità che verranno di volta in volta stabilite, alle manifestazioni indette dall’Associazione e di esprimere il loro voto individuale di cui all’art. 2532 c.c. in tutte le assemblee indette dall’Associazione.
 
 
I Soci hanno l’obbligo di osservare:
 
a)     gli Statuti, i Regolamenti e le deliberazioni della F.I.G.B., nonché quelli della W.B.F. e della E.B.L. dalla stessa recepiti e accettarli come personalmente cogenti;
b)    versare nei tempi e nei modi stabiliti dalla F.I.G.B. le quote di tesseramento e le altre inerenti l’attività sportiva e agonistica, nonché provvedere all’ottemperanza delle norme di attuazione in proposito emanate o emanande;
c)     osservare reciprocamente e rispettare tra di loro e nei confronti della F.I.G.B. l’obbligo di lealtà, probità e rettitudine.
 
 
Art. n. 7 PERDITA DELLA QUALITA’ DI SOCIO E SANZIONI DISCIPLINARI
 
 
I Soci cessano di far parte dell’Associazione:
 
a)     per dimissioni, da presentarsi per iscritto entro il 30 settembre di ogni anno;
b)    per mancato pagamento delle quote sociali;
c)    per radiazione, allorché il Socio commetta azioni o tenga comportamenti contrari alla legge, o comunque lesivi degli interessi sociali.
 
 
Nei casi meno gravi potranno essere adottati i provvedimenti disciplinari dell’ammonizione o della sospensione della frequenza dai locali, dagli impianti o dagli incarichi sociali.
 
 
Tutte le sanzioni sono irrogate dal Collegio dei Probiviri e sono appellabili dinanzi all’Assemblea straordinaria dei Soci.
 
 
 
Art. n. 8 ORGANI SOCIALI
 
 
Gli organi dell’Associazione sono :
 
a)                 ASSEMBLEA DEI SOCI aventi diritto al voto
b)                IL PRESIDENTE
c)                IL CONSIGLIO   DIRETTIVO
d)                L’UFFICIO DI PRESIDENZA ( facoltativo )
e)                 IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
f)                  IL COLLEGIO DEI PROBIVIRI
 
 
 
 
 
 
Art. n. 9 L’ASSEMBLEA DEI SOCI
 
 
L’Assemblea è composta da tutti i Soci aventi diritto a voto ed in regola con il versamento delle quote.
La convocazione dell’Assemblea dei Soci deve avvenire per avviso scritto, da inviarsi ai Soci stessi o da consegnarsi a mano dietro rilascio di specifica ricevuta da parte dei medesimi, con la precisazione dell’O.d.G. almeno 15 giorni prima della data stabilita.
 
L’Assemblea può essere Ordinaria o Straordinaria.
L’Assemblea Ordinaria deve tenersi:
 
1)   ogni anno entro il 31.3 per votare le relazioni tecnico morale e finanziaria dell’anno precedente, nonché deliberare sui bilanci preventivi e consuntivi predisposti dal C.D.    Delibera, infine, sugli altri argomenti posti all’O.d.G.
2) ogni 4 anni, non oltre il 31.3, per eleggere, con votazioni separate e successive, tutti gli Organi Istituzionali dell’Associazione.
 
L’Assemblea Straordinaria ha luogo ogni qualvolta il C.D. lo ritenga opportuno, ovvero su richiesta motivata e scritta di almeno 2/3 di tutti i Soci aventi diritto a voto. In tale ipotesi l’Assemblea dovrà essere indetta non oltre 30 giorni dalla richiesta.
 
Dovrà altresì essere tenuta negli stessi termini di cui al precedente comma in caso di cessazione della carica del Presidente, per qualsiasi motivo, ovvero , per dimissioni o decadenza della metà dei componenti il C.D. . Dovrà essere, infine, convocata nell’ipotesi di cui all’art. n. 14, 4° comma del presente Statuto.
 
L’Assemblea Straordinaria è competente, inoltre, a deliberare sulle proposte di modifiche al presente Statuto con le maggioranze previste dal successivo art. n. 24.
 
Decide, infine, in grado d’appello avverso i provvedimenti disciplinari assunti dal Collegio dei Probiviri. In tal caso l’Assemblea dovrà essere convocata dal C.D. non oltre 40 giorni dopo la data del ricevimento dell’impugnativa.
 
 
Art. n. 10 VALIDITA’ DELL’ ASSEMBLEA
 
 
L’Assemblea, anche elettiva, è validamente costituita, in prima convocazione, quando siano presenti i 3/5 degli aventi diritto al voto ed in seconda convocazione, successiva di almeno due ore, qualunque sia il numero dei presenti (con esclusione di quelle convocate per modifiche statutarie o scioglimento).
 
Ogni avente diritto può essere portatore, al massimo, di due deleghe in ogni tipo d’assemblea.
 
Le deliberazioni sono prese a maggioranza semplice, tranne i casi per i quali il presente Statuto richieda maggioranze diverse.
L’Assemblea nomina, di volta in volta, l’Ufficio di Presidenza, composto da un Presidente, un Segretario e 3 scrutatori.
 
Non possono essere chiamati a far parte dell’Ufficio di Presidenza i componenti l’intero C.D., compreso il Presidente .
L’elezione dell’Ufficio di Presidenza può avvenire anche per acclamazione.
 
Per elezioni alle cariche sociali è obbligatorio votare a scheda segreta, salvo quanto previsto dall’ultimo comma dell’articolo successivo.
Negli altri casi, salvo diverso avviso dell’Assemblea, si vota per appello nominale o per alzata di mano e controprova.
 
Art. n. 11 IL PRESIDENTE
 
Il Presidente per essere eletto deve ottenere la metà più uno dei voti validamente espressi dall’Assemblea elettiva.
 
Il Presidente, a norma dello Statuto Sociale, dirige l’Associazione e, in ogni evenienza, ne è il legale rappresentante; dura in carica 4 anni e può essere riconfermato.
 
Il Presidente e il C.D. sono responsabili del buon andamento finanziario e rispondono in proprio delle eventuali spese straordinarie non preventivate nel Bilancio, o non approvate successivamente come variazione allo stesso.
 
Per le obbligazioni sociali rispondono personalmente e solidamente verso i terzi il Presidente, il C.D. e chiunque abbia speso senza autorizzazione il nome dell’Associazione.
Gli altri Soci per patto espresso non assumono tale obbligo.
 
Nei casi di assenza o di impedimento temporaneo le funzioni di Presidente saranno assunte dal Vicepresidente.
Assenza o impedimenti per periodi continuativi superiori a 6 mesi si considerano definitivi e, di conseguenza, si dovrà procedere, entro i successivi 30 giorni, all’elezione di un nuovo Presidente.
 
Il Presidente può delegare, anche in via permanente, la propria firma per l’espletamento di determinati atti o per il disbrigo di pratiche presso la F.I.G.B. soltanto al Vicepresidente.
 
Il Presidente è eletto ai sensi dell’art. n. 17 del presente Statuto;
nell’ipotesi di unica candidatura è ammessa l’elezione per acclamazione.
 
 
Art. n. 12 IL CONSIGLIO DIRETTIVO
 
 
L’Associazione è retta da un Consiglio Direttivo composto dal Presidente a da un numero di 6 membri ( se l’Associazione ha un massimo di 100 Soci ) o di 10 membri ( se il numero dei Soci è superiore a 100 ) eletti dall’Assemblea con due separate e successive votazioni tra i Soci di cui alle categorie a) , b) e c) dell’art. n. 4, a maggioranza di voti e a scrutinio segreto, salvo il disposto dell’ultimo comma dell’art. n. 11 del presente Statuto, in relazione all’elezione del Presidente.
 
E’ fatto divieto per gli amministratori dell’Associazione di ricoprire la medesima carica in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della F.I.G.B., ovvero di altri enti bridgistici facenti capo ad un Ente di Promozione Sportiva.
 
Il C.D. dura in carica 4 anni e può essere riconfermato.
 
Il C.D., nella sua prima riunione, nomina un Vicepresidente, e fissandone l’eventuale rimborso spese, il Segretario ed il Tesoriere. Questi possono essere scelti anche tra i non Soci.
 
Il Segretario ed il Tesoriere, qualora non facciano parte del C.D., non possono disporre di voto in seno al C.D. stesso.
 
Il Tesoriere sovrintende alla contabilità, s’incarica della riscossione delle entrate e della tenuta dei libri. Provvede alla conservazione delle attività sociali a alle spese, da pagarsi su mandato del Presidente o chi ne fa le veci.
 
Il Segretario dà esecuzione alle deliberazioni del C.D., redige i Verbali delle riunioni, provvede al normale andamento dell’associazione e dirige l’amministrazione sociale.
 
Sono compiti del C.D.:
a)    esaminare le domande di ammissione ed accettare le dimissioni dei Soci
b)    compilare il Bilancio preventivo e consuntivo, le eventuali variazioni allo stesso da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea; curare gli affari d’ordine amministrativo;
c)    approvare il programma sportivo dell’Associazione;
d)    nominare eventuali Delegati a varie attività e compiti, che si possano scegliere anche al di fuori del C.D.; in tale caso essi partecipano alle riunioni del C.D., con voto consultivo;
e)     stabilire le date dell’Assemblee ordinarie e convocare quelle straordinarie quando lo reputi necessario e ne venga fatta richiesta dai Soci, ai sensi dell’art. n. 9;
f)       provvedere alla compilazione delle norme di funzionamento della sede sociale e dei regolamenti interni;
g)                decidere di tutte le questioni che interessano l’Associazione e i Soci;
h)                determinare le quote associative annuali;
i)                   può nominare un comitato direttivo o un direttore scegliendolo fra i consiglieri, fra i soci o anche fra i non soci fissandone il mansionario e l’eventuale rimborso spese;
 
il C.D. deve riunirsi almeno 5 volte all’anno.
 
Ogni componente del C.D. che per tre volte consecutive si renderà assente dalle riunioni, senza giustificato motivo, decadrà dalla carica e verrà sostituito da chi, nell’ultima Assemblea e in ordine di voti ha ottenuto per lo meno la metà dei voti dell’ultimo eletto avente diritto; in mancanza verrà cooptato dal Presidente.
 
 
 
Art. n. 13 UFFICIO DI PRESIDENZA
 
 
L’Ufficio di Presidente è composto da 4 membri e precisamente dal Presidente dell’Associazione, del Vicepresidente e da 2 membri del C.D. designati dal Presidente.
Il Segretario dell’Associazione redige i verbali dell’Ufficio di Presidenza. Esso si riunisce almeno 1 volta al mese e ogni qualvolta vi siano questioni di urgenza da trattare.
Le riunioni sono valide con la presenza di almeno 3 componenti; per la validità delle deliberazioni è necessaria la maggioranza semplice; in caso di parità prevale il voto del Presidente.
Oltre alla questioni di urgenza, da sottoporre in ogni caso a ratifica del C.D., l’Ufficio di Presidenza tratta gli affari di ordinaria amministrazione nell’ambito delle disposizioni quadro impartite dal C.D. o gli affari specifici delegatigli di volta in volta dal Consiglio medesimo.
 
 
In nessun caso possono essere demandate all’Ufficio di Presidenza la funzioni esclusive del C.D..
 
 
 
 
 
Art. n. 14 IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
 
 
Il Collegio è composto da 3 componenti effettivi e da uno supplente eletti dall’Assemblea, anche tra i non Soci.
 
Nella prima riunione essi eleggono tra di loro il Presidente.
Durano in carica quattro anni e sono rieleggibili. Essi hanno il compito di controllare tutta la gestione dell’Associazione; possono assistere a tutte le riunioni del C.D. e dell’Ufficio di Presidenza e hanno l’obbligo di presentare per iscritto una Relazione all’Assemblea dei Soci al termine di ogni esercizio finanziario.
 
Le riunioni sono valide con la presenza di 3 membri, uno dei quali può essere rappresentato anche dal supplente.
 
Nei casi di riscontro di gravi irregolarità il Collegio, all’unanimità, può richiedere al Presidente dell’Associazione la convocazione di un’Assemblea Straordinaria dei Soci, la quale dovrà effettuarsi non oltre 15 giorni dalla richiesta.
Il collegio può disporre ispezioni su tutte le operazioni contabili disposte dal C.D.; dette ispezioni, peraltro, devono risultare con annotazioni scritte in calce sui singoli fogli dei registri presi in visione.
 
Se l’Associazione ha un numero di Soci inferiori a 50 è sufficiente un solo revisore dei conti; in tale ipotesi l’Assemblea dell’Associazione nominerà il Revisore dei Conti e un suo supplente.
Le funzioni saranno le medesime del Collegio.
 
 
Art. n. 15 IL COLLEGIO DEI PROBIVIRI
 
 
L’Assemblea ordinaria nomina, possibilmente tra i Soci, il Collegio dei Probiviri per la durata di 4 anni.
Esso è composto di 3 membri effettivi e un supplente e sono rieleggibili.
Il Collegio ha funzione di amichevole compositore ed è competente a decidere delle controversie fra i Soci e delle controversie tra il Socio e l’Associazione indipendentemente dal fatto che le stesse siano di competenza degli organi della Giustizia Sportiva Federale.
Il Socio che solleva doglianze sul comportamento di uno o più Soci dovrà riassumere per iscritto i termini della controversia rivolgendosi al Collegio dei Probiviri.
 
Il Collegio, espletata la necessaria istruttoria, emetterà il proprio provvedimento che dovrà essere comunicato, oltre all’interessato anche al C.D.; il dispositivo della deliberazione dovrà essere affisso nella sede sociale.
Si dovrà garantire il diritto alla difesa e la contestazione scritta degli addebiti, assegnando un termine non inferiore ai 10 giorni per le controdeduzioni dell’incolpato.
Nel caso di controversie coinvolgenti non Soci, il Collegio dei Probiviri, espletata l’istruttoria nel rispetto delle garanzie stabilite al presente articolo ed adottati, se del caso, in aderenza alle proprie competenze, i dovuti provvedimenti nei confronti dei Soci, comunicherà le risultanze procedimentali al Presidente dell’Associazione il quale, sentito il C.D., assumerà le opportune conseguenti determinazioni nei confronti dei non Soci.
I provvedimenti adottati dal Collegio sono ricorribili, entro 30 giorni, dinanzi all’Assemblea straordinaria che dovrà essere all’uopo convocata, al massimo, entro 40 giorni.
 
Art. n. 16 INCOMPATIBILITA’
 
La carica di componenti il C.D., compreso il Presidente, quella di membro del Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio dei Probiviri sono incompatibili fra loro.
 
Non possono, inoltre, ricoprire cariche sociali i componenti di Consigli Direttivi di altre società sportive affiliate alla F.I.G.B.
 
 
Art. n. 17 CANDIDATURE E REQUISITI
 
Coloro che intendano essere eletti, come Presidente o come membri del Consiglio Direttivo, devono presentare la loro candidatura almeno 15 giorni prima della data prestabilita per la effettuazione dell’Assemblea, depositando la stessa presso il Segretario che provvederà a renderla pubblica mediante affissione all’Albo.
Il Presidente e i membri uscenti di qualsiasi organo, allo scadere del loro mandato, sono candidati d’ufficio per lo stesso organo, salvo che non dichiarino per iscritto alla Segreteria, di voler rinunciare alla candidatura.
I medesimi dovranno invece attenersi alle disposizioni del 1° comma nel caso in cui intendessero concorrere per cariche diverse da quelle già ricoperte, ovvero nell’ipotesi di decadenza anticipata, prima del termine del quadriennio olimpico.
 
Per concorrere alle cariche sociali si rimanda alle previsioni dell’art. n. 3 del Regolamento organico F.I.G.B..
 
 
Art. n. 18 NATURA E DURATA DELLE CARICHE SOCIALI
 
 
Tutte le cariche sociali elettive sono onorifiche .
La durata delle suddette cariche è fissata in 4 anni. Le vacanze che dovessero verificarsi, a qualsiasi titolo, nel corso del quadriennio, purchè inferiori alla metà dell’intero organico, possono essere ricoperte con i primi dei non eletti che in ordine di voti abbiano ottenuto per lo meno la metà dei voti dell’ultimo eletto o per cooptazione.
In mancanza si procederà a nuove elezioni.
La decadenza del Presidente, per qualsiasi natura, rende comunque obbligatorio procedere ad una nuova elezione, che dovrà effettuarsi entro 30 giorni dell’evento.
 
Il Presidente e membri decaduti o dimissionari sono tenuti a restare in carica per l’ordinaria amministrazione fino a quando non saranno subentrati i sostituti e dopo il saldo di eventuali pendenze di natura economica con l’Associazione.
 
 
Art. n. 19 ABBINAMENTI COMMERCIALI E SPONSORIZZAZIONI
 
 
E’ facoltà del C.D. operare abbinamenti o sponsorizzazioni con Ditte o industrie.
E’ consentito, per la sola durata dell’abbinamento o sponsorizzazione, variare integralmente o parzialmente i propri colori sociali.
E’ consentita, altresì, la cooptazione nel C.D. o nel Collegio dei Revisori dei Conti di rappresentanti della società abbinante o sponsorizzatrice in numero non superiore a 2 per ognuno dei suddetti organi.
 
Art. n. 20 ESERCIZIO FINANZIARIO
 
 
L’Esercizio finanziario ha la durata di un anno e coincide con l’anno solare.
 
Il Conto consuntivo annuale deve essere predisposto dal C.D. entro un mese dalla chiusura dell’esercizio.
 
I proventi delle attività non possono essere in ogni caso essere divisi tra gli associati, anche in forme indirette.
 
 
 
 
Art. n. 21 CONTROVERSIE
 
 
I Soci e i componenti degli Organi sociali s’impegnano a non adire in nessun caso le vie legali per eventuali questioni che dovessero insorgere tra di loro e/o con l’Associazione.
 
Art. n. 22 PATRIMONIO – ENTRATE
 
 
IL patrimonio è costituito da :
a)     attrezzature, mobilio ed eventuali impianti.
b)  tutti gli altri immobilizzi di carattere sportivo deliberati dal C.D. o dall’Assemblea.
 
le Entrate sono costituite da:
a)     quote sociali;
b)    eventuali contributi di Enti pubblici ovvero società private;
c)     incassi di manifestazioni sportive o da esse connesse;
d)    eventuali donazioni o lasciti;
e)     qualsiasi altra entrata a qualsiasi titolo effettuata, previa delibera di accettazione da parte del C.D.
 
 
Art. n. 23 DURATA - SCIOGLIMENTO - LIQUIDAZIONE
 
 
 
La quota associativa è intrasmissibile e non rivalutabile.
Durante la vita sociale è fatto divieto di distribuire anche in modo indiretto avanzi di gestione, fondi, riserve o capitali salvo che la destinazione siano imposti dalla legge.
La durata dell’Associazione è illimitata.
Lo scioglimento dell’Associazione deve essere approvato con la maggioranza di almeno 4/5 degli aventi diritto al voto ( in persona o delega ) sia in prima che seconda convocazione.
 
Con la stessa maggioranza verranno nominati i liquidatori, determinandone i poteri, e il patrimonio sociale residuo verrà devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o a fini sportivi sentiti eventuali organi di Controllo.
 
 
 
Art. n. 24 MODIFICAZIONI DELLO STATUTO
 
 
Le modificazioni al presente Statuto debbono essere deliberate dall’Assemblea straordinaria dei Soci, la quale sarà validamente costituita sia in prima che seconda convocazione con la presenza dei 2/3 di tutti i Soci aventi diritto di voto ( in persona o delega ).
 
Le modifiche si intenderanno approvate con il voto favorevole dei 4/5 dei partecipanti.
Partner
Cashmere Global Store
GM Medica Ambulatori Odontoiatrici
FULLOFFICE s.r.l.
Ristorante Posta
Vergnana equipment
Kratos Italia
Copyright © 2010-15 Marco Villani. - Tutti i diritti riservati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Cookie Policy"